Poster Masserie di Puglia – 70×100 cm

Poster con raffigurazioni legate alle Masserie di Puglia, in carta patinata. Disponibile in varie colorazioni.

“Se il Signore avesse conosciuto questa piana di Puglia, luce dei miei occhi, si sarebbe fermato a vivere qui”
Federico II di Svevia.

Le masserie sono l’emblema della civiltá contadina, intimamente legate alla storia del territorio pugliese. I complessi masserizi nascono essenzialmente dalla necessitá di assicurare una migliore cura e amministrazione di grandi appezzamenti di terra. Comunitá di famiglie, contadini e coloni scandiscono la loro vita secondo i ritmi della terra e della sua coltivazione.

Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

Poster con raffigurazioni legate alle Masserie di Puglia, in carta patinata. Disponibile in varie colorazioni.

Le masserie sono l’emblema della civiltá contadina, intimamente legate alla storia del territorio pugliese. I complessi masserizi nascono essenzialmente dalla necessitá di assicurare una migliore cura e amministrazione di grandi appezzamenti di terra. Comunitá di famiglie, contadini e coloni scandiscono la loro vita secondo i ritmi della terra e della sua coltivazione. Esistono molti documenti che attestano l´attivitá delle antiche fattorie rurali. Ai tempi dei romani vi erano delle costruzioni abitative adibite alla cura delle coltivazioni, usanza che continuó anche sotto la dominazione saracena e che proseguí con le masserie reggie del periodo Svevo-Angioino.

Si ritiene che il fenomeno “masseria” nella zona della Murgia dei Trulli, risalga all’epoca della conquista longobarda. Questi ultimi favorirono l’aggregazione dei pastori in gruppi più numerosi nelle masserie e nei casali. La parola masseria deriverebbe dal latino “maseria o maserius” come fusione dei termini “mas o maes” (campagna) ed “er” (casa). La politica territoriale ad opera degli angioini di Taranto concesse il possesso e l´utilizzo delle terre a tutti i cittadini come bene comune universale.

“Se il Signore avesse conosciuto questa piana di Puglia, luce dei miei occhi, si sarebbe fermato a vivere qui”
Federico II di Svevia.

Torna in cima